Ricciarelli di Siena – naturalmente senza glutine e senza latticini

1544957478721Cielo grigio, plumbeo e freddo, tanto freddo.

La giornata è tipicamente invernale, le bimbe dalla nonna e un silenzio irreale avvolge la mia casa.

L’albero di Natale brilla con le sue lucine e decorazioni bianche e rosse mentre il mio sguardo divaga nella campagna, fino quasi al fiume che non vedo ma che so esser lì, in fondo alla discesa.

I tre cipressi ondeggiano lenti come in un ballo arcano avvolto nell’oblio del tempo che piano piano ritorna alla memoria.

Neanche un fiore nel campo, solo erba ingiallita dalla brina e poche foglie rimaste tremolanti sugli alberi che sembra aspettino il momento giusto per lasciarsi andare e finalmente trovare riposo ed andare a proteggere e riscaldare il terreno ormai duro.

Il gelo ha avvolto tutto con il suo manto candido, il cielo minaccia neve ed io pian piano entro nell’atmosfera delle feste.

Questo Natale è magico.

So che tutti i Natali lo sono, ma in particolar modo quest’anno sento la voglia di feste e di stare in famiglia.

L’albero, le luci, i regali impacchettati con carte rosse e nastri di organza, l’odore della cannella, delle spezie e la voglia di cucinare: tutto questo mi emoziona e mi rende felice.

Non credo che mi cimenterò in pandori o panettoni, l’anno scorso un attacco di emicrania ha rovinato tutto il lavoro di tre giorni.

Ho voglia di dolci semplici, tradizionali, magari rivisitati e resi allegri ma senza dover impazzire per prepararli.

Al posto dei soliti amaretti sardi (la ricetta se volete è qui) vorrei portare in tavola come dolce questi Ricciarelli di Siena: so che è sempre comunque pasta di mandorle, ma il loro sapore intenso e gli aromi che sprigionano mi hanno colpito.

Uno dei pochi dolci che ho fatto fatica a non mangiare mentre lo fotografavo!!!

Sono davvero facili e veloci se considerate il riposo in frigo come una pausa che vi siete meritati entrambi 😉

Ho trovato la ricetta credo originale sul libro di Pellegrino Artusi, corredato anche da forma e misura quindi l’ho trovato perfetto!

IMG_20181217_112746.jpg

Ho fatto però riposare l’impasto in frigorifero come suggerisce l’amica di Pane Libri e Nuvole e si è rivelato un consiglio veramente ottimo.

1544957524891

INGREDIENTI

500 grammi di mandorle

10 mandorle amare

500 grammi di zucchero

2 Albumi – circa 100 grammi

scorza di un arancia e mezza biologica

scorza di un limone biologico

1 bacca di vaniglia per i semi

qb di zucchero a velo per avvolgerli*

*fare attenzione che lo zucchero a velo sia certificato senza glutine

1544957664629

Innanzitutto tritate le mandorle, sia dolci che amare, dapprima solo in modo grossolano.

Aggiungete quindi lo zucchero e tritate nuovamente, questa volta fino a farle diventare più sottili. Non preoccupatevi anche se non saranno sottili come farina, quando addenterete un biscotto sarà piacevole sentire i piccoli pezzettini di mandorla.

Ora sbattete leggermente gli albumi fino a farli schiumare e aggiungeteli alle mandorle e zucchero.

Aggiungete anche i semi della bacca di vaniglia, la buccia del limone e quella delle arance.

Amalgamate tutto con le mani fino ad ottenere un composto compatto.

Formate un panetto ed avvolgete il tutto nella pellicola da cucina, esattamente come si fa con la frolla, e riponetelo in frigo 2/3 giorni (io 3) per dare modo agli aromi di sprigionarsi.

Passato questo tempo accendete il forno a 190 gradi.

Riprendete l’impasto, tagliatene 4 pezzi e aiutandovi con lo zucchero a velo formate dei salsicciotti lunghi. Tagliate dei pezzettini di circa 40 grammi di peso.

Devo dire che i miei ricciarelli erano abbastanza grossi, quindi se ne volete fare di più e più piccoli potete arrivare a fare 30 grammi l’uno.

Per ogni pezzetto formate delle palline e poi schiacciatele, dando la forma ovale allungata.

Formato il pezzo rotolatelo completamente nello zucchero a velo e disponetelo sulla teglia ricoperta di carta forno.

Una volta formati tutti i ricciarelli infornateli per circa 10/15 minuti.

I miei che erano effettivamente grandi hanno cotto 15 minuti.

Tenete presente che appena si crepano in superficie sono pronti.

Come tutta la pasta di mandorle, vi sembreranno ancora morbidi, ma poi induriranno.

Io li ho conservati sotto la campana di vetro per torte e devo dire che l’ultimo, l terzo giorno era ancora morbido. 

1544957565515

Ritorna con questa ricetta la staffetta con le blogger di Food and Beauty con tante idee per i REGALI HOME MADE, sia gastronomici che cosmetici!!!
Seguendo il link scoprirete che Moira di Roxxo Blog (cliccate sul nome per avviare il link) ha preparato uno scintillante rossetto per le feste, ideale da regalare alle amiche o alle sorelle!!
Ricordatevi che nel suo articolo troverete un altro link che vi condurrà ad un’altra idea regalo per questo Natale 🙂

L'immagine può contenere: testo

 

18 pensieri su “Ricciarelli di Siena – naturalmente senza glutine e senza latticini

Fammi sapere che sei passato a trovarmi...lascia un commento e dì la tua!!!!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: