Burro vegetale da una ricetta del maestro Busi

1507644006427

Cocciuta.

Caparbia.

Intransigente.

Indomita.

Rigida.

Ostinata.

Tenace.

Testarda.

Tra i molteplici aggettivi della lingua italiana questi mi si adattano alla perfezione.

In se non hanno un accezione prettamente negativa o positiva: come in molte situazioni della vita dipende da come li si usa, da come ci si comporta e dall’atteggiamento dei confronti del prossimo.

Ovviamente quando affiorano contemporaneamente non è piacevole starmi accanto ma sono un dono prezioso di mia madre che a sua volta li ha ricevuti da suo padre.

Ne sono fiera e orgogliosa e sono quel poco di sardo che mi scorre nelle vene, che mi contraddistingue, e che nella vita mi ha aiutato in molteplici situazioni difficili e dolorose.

Essere così mi aiuta molto anche in cucina e la ricetta di oggi ne è la prova.

Parecchi mesi fa durante la fiera di Golositalia io e Violetta del blog Leo & Poldo abbiamo partecipato a una dimostrazione di un docente di una scuola di cucina.

L’argomento era la cucina senza glutine e senza latticini.

Ciò che catturò la mia attenzione fu la ricetta di un burro vegano, ottenuto miscelando grassi vegetali diversi con acqua, facendo un EMULSIONE. Il risultato è molto simile al burro di latte ma senza la presenza di latticini di nessun genere, quindi senza lattosio e anche senza glutine.

In rete troverete parecchie ricette di questo tipo, e avevo già provato a realizzarle ma con scarsi risultati.

Si otteneva sì un “burro” anche abbastanza duttile, ma si conservava veramente pochissimo in frigorifero, ammuffendo a causa della presenza dell’acqua.

Quindi utile ma poco pratico e come sapete la praticità per me in cucina è FONDAMENTALE.

Invece la ricetta proposta da questo docente prevedeva l’aggiunta di zucchero come conservante.

Non avevo però segnato dosi e procedimento e l’avevo accantonata seppur mi incuriosisse molto.

A distanza di mesi, ripensando a quell’esperienza, ho provato a vedere se in rete si trovava qualcosa a riguardo e SORPRESA: non solo ho trovato dosi e ricetta, esiste anche un video Instagram!!

L’ideatore di questo FAVOLOSO BURRO senza latticini è nientemeno che il MAESTRO OMAR BUSI e qui trovate il video strepitoso su come si ottiene questa emulsione.

Io vi riporto semplicemente gli ingredienti e qualche piccolo accorgimento per chi come me non è un professionista.

1507643638589

INGREDIENTI:

200 grammi di olio a vostra scelta (per me un mix di EVO 50 grammi e olio di mais 150 grammi)

75 grammi di burro di cacao sciolto a bagnomaria

45 grammi di sciroppo di acqua e zucchero (far bollire 80 grammi di acqua e 110 grammi di zucchero e prelevatene poi solo 45 grammi)

1 pizzico di sale

1507620364856

NOTA IMPORTANTISSIMA

Per la perfetta riuscita delle emulsioni è fondamentale la temperatura.

Quindi nel nostro caso sia l’olio sia lo sciroppo andranno in frigorifero almeno per tutta la notte.

Il burro di cacao invece dopo essere stato portato allo stato liquido dovrà avere la temperatura minima perché non si solidifichi nuovamente e cioè circa 38/39 gradi.

Quando avrete tutti gli ingredienti alla temperatura giusta potrete procedere.

Io per non rischiare che si alzasse troppo la temperatura dell’olio l’ho riposto in frigorifero direttamente nel boccale del minipimer.

Prendete il vostro olio e iniziate a frullare con il minipimer. Nel frattempo fate colare a filo il burro di cacao.

Finita questa operazione fate colare lentamente lo sciroppo di zucchero SEMPRE FRULLANDO.

Non smettete mai.

Come potete vedere nel video del maestro il composto si addensa molto.

Io in tre volte che l’ho riprodotto non sono mai riuscita SUBITO ad ottenere quel risultato quindi di solito procedo così: dopo due minuti di minipimer ripongo il composto in freezer per 5/7 minuti e poi continuo a frullare. Di solito questo basta a farlo rassodare.

1507644043862

A questo punto dovete solo distribuire la vostra emulsione in un contenitore ben chiuso e riporla in frigorifero.

Usatelo come un burro normale, io fino ad ora l’ho usato con le stesse dosi del burro di latte.

1507620455682

Quindi NON ARRENDETEVI, provate, sperimentate e buttatevi a capofitto nelle esperienze, ne vale sempre la pena!!

Lo dimostra non solo questo burro, ma anche l’uso per cui io l’ho fatto la prima volta e cioè rendere “innocua” una torta che MI ODIA e che non mi usciva mai, MAI: la torta caprese.

Ma questo sarà l’argomento del prossimo post, vi lascio solo la foto per ingolosirvi e per farvi vedere che il burro rende in maniera eccellente nei dolci 😉

1508502189673.jpg

27 pensieri su “Burro vegetale da una ricetta del maestro Busi

  1. Welda ho gli occhi a cuore! Direi che le caratteristiche elencate in apertura sono state “una mano santa”. Che panetto fantastico che ti è venuto. Poi conservato in quella scatola in legno: è uno scrigno che raccoglie un tesoro! Ti abbraccio: bravissima! :-*

    Piace a 1 persona

  2. Signore e signori, il burro si è ritirato sconfitto.
    Ah! Hai vinto tu e pure con ottimi risultati, così si fa, altro che lasciar perdere…..
    Effettivamente la foto della torta mi ha ingolosita, tanto, troppo.
    Quei fiori sono le margherite dei topinambur per caso?

    "Mi piace"

      • Coi miei avevamo raccolto vicino al fiume qualche pezzo, alcuni li abbiamo mangiati (oddio quel sapore delicato di carciofo mi manda in estasi!!!) poi un paio erano così perfettamente bitorzoluti che ci siamo detti “beh, proviamo a piantarli qui vicino alla recinzione”.
        Oh lo avessimo mai fatto, margherite di un color oro intenso alte 2 metri e chili di topinambur che cresceva senza controllo e a momenti ci staccava il muretto del cancello.
        Bei tempi, penso che dovremmo piantarli di nuovo 😀

        "Mi piace"

  3. MA MA MA…….QUEL POCO DI SARDO??? Non sapevo nullaaaa……sai che io son sarda? fiera e orgogliosa ❤ questa ricetta è una meraviglia, grazie di cuore, la condivido subito sulla mia pagina!

    Piace a 1 persona

  4. Ciao ti seguo da un po’ mi piacciono e adoro le tue ricette, aimé anche io sono intollerante al lattosio quindi figurati se non cercherò di provare anche questo burro ……Complimenti da un abitante dell’Isola dei Nuraghi.

    Piace a 1 persona

  5. Questa è davvero una bella genialata multifunzionale. In pratica come lo hai fatto tu non è un vero e proprio burro montato, in cui potrebbero essere inglobate benissimo sostanze cosmetiche specifiche per cure particolari. Mi salvo link e ricetta, se dovessi ispirarmi per produrre qualcosa di cosmetico ti cito ; )

    Piace a 1 persona

  6. Sarda, sarda, sarda! Sì, sono ottimi aggettivi e me ne sono accorta già con preparazioni complicatissime che hai fatto in passato: ancora guardo con ammirazione la tenacia per la preparazione della torta di Agata! Bravissima ❤

    Piace a 1 persona

    • Ciao Annalisa e benvenuta!
      Grazie per questa domanda perché in molti me l’hanno posta.
      Questo burro è dolciastro ma esattamente come il burro di panna.
      Mi ricordo che quando consumavo il vero burro mi rimaneva il sapore dolce in bocca, soprattutto con le verdure, per esempio gli spinaci al burro.
      Quindi anche questo è ottimo per le ricette salate!
      Il sapore per il resto è neutro, anzi una signora mi ha detto che l’odore non la nausea come quello del vero burro!
      Io pensavo di farci i pizzoccheri!😬😬
      Grazie di essere passata a trovarmi!

      "Mi piace"

  7. Pingback: Torta caprese senza latticini | Cioccolato e Liquirizia

  8. Pingback: Tripudio di frutta secca senza glutine, latticini e lievito | Cioccolato e Liquirizia

Fammi sapere che sei passato a trovarmi...lascia un commento e dì la tua!!!!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: